Cosa fare se mi sento pazzo?

Cosa fare se mi sento pazzo?

Di tanto in tanto, qualsiasi persona (anche perfettamente sana) comincia mentalmente a sospettare di avere un disturbo mentale. Soprattutto se mette le mani su un opuscolo sulla malattia mentale. La persona trova immediatamente ogni sorta di sintomi e si etichetta semplicemente come “pazzo”. Inorridita dalle scoperte, la persona comincia a tormentare i motori di ricerca con la domanda disperata: “Cosa fare se mi sento pazzo”, o “Quali sono le malattie e come si curano?

Ammettiamolo: i sintomi della pazzia sono molto, molto vaghi. E i medici possono fondamentalmente dare una tale diagnosi a quasi tutte le persone se si trovano in uno stato inadeguato. La maggior parte delle malattie diagnosticate appartengono a condizioni limite, e sono trattate dalla cosiddetta “psichiatria minore”. Dopo un singolo episodio trattato in modo sicuro, una persona spesso dimentica per tutta la vita la strada che porta allo studio di un terapeuta.

Spesso, di fronte all’insolito nella propria psiche, le persone non sanno cosa fare. Si chiedono: “Se sono pazzo, come mi tratterà la gente?”. Cominciano a torturarsi con le speculazioni. Fortunatamente, non tutto ciò che vi sembra anormale è davvero anormale. Tutti noi possiamo avere strane abitudini e pensieri insoliti. E più una persona è creativa e interessante, più spesso pensa che forse c’è qualcosa di sbagliato in lei.

Se parliamo di malattie gravi, la schizofrenia e il disturbo affettivo bipolare sono più spesso diagnosticati nelle persone pazze. Parliamo brevemente di cosa sono queste malattie e se bisogna diffidare e pensare: “Cosa fare se mi sento pazzo”.

Cos’è la schizofrenia?

In termini semplici, la schizofrenia è l’incapacità di distinguere tra finzione e realtà, spesso accompagnata da allucinazioni. La maggior parte delle allucinazioni sono uditive, cioè voci che le altre persone non possono sentire parlano alla persona. Il più delle volte si tratta di voci maschili.

Una persona con schizofrenia non è sempre in grado di distinguere le sue allucinazioni da ciò che sta realmente accadendo. Tuttavia, di regola, è la stessa voce che gli parla, quindi con il tempo, il malato può imparare ad essere critico su ciò che vede e sente.

Una buona visione della schizofrenia è fornita dal film “Mind Games”. Consigliamo di guardarlo. Non ci addentreremo in spoiler, diciamo solo che gli schizofrenici possono essere molto talentuosi e produttivi, la cosa principale è imparare l’autocontrollo.

Cosa devi fare se senti questi sintomi?

Se sospetti di avere questa malattia, ma non ti fa diventare violento o suicida, prova a vedere uno psichiatra. Ma fallo in modo non ufficiale. Perché? Perché andare ufficialmente diminuirà drasticamente le tue possibilità di avere una patente di guida, di lavorare in molte professioni e di portare una pistola.

Ricorda anche che gli psichiatri possono commettere errori, e la maggior parte dei farmaci per la schizofrenia hanno effetti collaterali molto forti (tranne i neurolettici atipici, ma questi sono piuttosto costosi). Quindi non saltare alle conclusioni, studia te stesso, forse le voci nella tua testa sono solo conseguenze di traumi o stress e passeranno presto.

Cos’è il disturbo affettivo bipolare?

Viene anche chiamato “bipolare”. Si manifesta in due stati opposti:

  • depressione;
  • e ipomania (mania).

In questa malattia, il mondo è dipinto in colori scuri su uno sfondo di disturbi del sonno e dell’appetito. E molto spesso una persona non capisce i motivi delle sue azioni, può soffrire di smemoratezza e distrazione.

Cosa fare?

È possibile trattare e combattere il disturbo bipolare, ma è necessario tenere a mente che i processi biochimici disturbati nel sistema nervoso possono annullare tutti gli sforzi.

È necessario costringersi a fare i primi passi per superare la depressione. Si può passare a una dieta di frutta (la frutta migliora l’umore) e aggiungere almeno 30 minuti di attività fisica al giorno. Poi devi vedere uno psicologo (non uno psichiatra!) e fare un piano di trattamento farmacologico.

Con il trattamento dell’ipomania e della mania tutto è un po’ più complicato: in un tale corso del bipolare la persona è molto attiva, non dorme quasi mai, inizia molte cose e non le finisce, dà l’impressione di essere troppo attiva, ma le cose non vengono fatte come dovrebbero. La persona stessa in questo stato raramente chiede aiuto.

Pertanto, se una persona cara ti dice che dormi poco e sei troppo eccitato, assicurati di andare subito dal medico-psichiatra. Il fatto è che essendo in uno stato così pericoloso, rischiate di minare la vostra reputazione nella comunità e nella città, il che potrebbe rovinarvi la vita.

Conclusione

Per concludere, notiamo che la domanda “Cosa fare se mi sento pazzo?” sorge nella mente di molte persone, e spesso è solo una paura. Ma se temete di essere davvero malati, vi consigliamo di iniziare a studiare le informazioni sulle malattie mentali, soprattutto perché ora ce ne sono molte su Internet.

Spesso la conoscenza tempestiva della tua malattia ti permette di evitare tragici errori. La consapevolezza della malattia mentale ti aiuterà ad apprezzare la vita in un modo nuovo. Con la maggior parte delle malattie, la malattia non scorre continuamente, ma è un’alternanza di stati gravi e normali. E spesso una persona è in uno stato normale per la maggior parte della sua vita. Quindi la malattia mentale non è un verdetto.


No more posts
No more posts