I giochi per sviluppare l’attenzione del bambino

I giochi per sviluppare l’attenzione del bambino

L’attenzione è un processo specifico di attività mentale che consiste nella concentrazione selettiva su qualsiasi oggetto. In parole povere, essere attenti significa essere in grado di concentrarsi sull’oggetto necessario.

L’attenzione può essere sia volontaria che involontaria. Quest’ultimo tipo è la forma più primitiva, inerente a tutti gli esseri senzienti. Un esempio di tale attenzione è la reazione automatica di evasione in risposta ad un movimento improvviso.

Non c’è bisogno di sviluppare l’attenzione involontaria. Anche un neonato si concentra facilmente su un oggetto che evoca una risposta emotiva. Un’altra cosa è insegnare al bambino a concentrarsi su ciò che non gli interessa affatto. Questa forma si chiama volontaria ed è un alto grado di attenzione.

Ci sono vari modi per sviluppare l’attenzione, ma tutti, in un modo o nell’altro, sono di natura giocosa a causa delle peculiarità della psicologia infantile. Giocando, i bambini imparano a conoscere il mondo, chi li circonda e se stessi.

Ecco perché i giochi per lo sviluppo dell’attenzione sono così importanti, formando le capacità del bambino di passare dall’attenzione involontaria alla sua forma volontaria. Gradualmente questi tipi di attività di gioco non solo sviluppano l’attenzione dei bambini, ma aiutano anche a sviluppare le capacità di osservazione che sono così necessarie più avanti nella vita.

I giochi per sviluppare l'attenzione del bambino

I bambini di 2-3 anni possono giocare a lungo, ma quando è necessario, passano a qualcos’altro. Un bambino di 4-5 anni, con uno sviluppo adeguato, può facilmente concentrarsi su due o tre fenomeni non troppo interessanti.

Lo sviluppo dell’attenzione nei bambini in età prescolare è particolarmente importante per un bambino di 5-6 anni, perché dovrà contemporaneamente ascoltare l’insegnante, scrivere le cose in un quaderno, controllare la sua posizione e, con tutto ciò, tenere la propria postura. E non è così facile come sembra all’inizio.

Tutti i bambini sono diversi: alcuni hanno bisogno di ripetere qualcosa alcune volte, ottenendo una risposta, altri hanno problemi con la visualizzazione. Pertanto, la selezione dei giochi che sviluppano l’attenzione si basa sulle caratteristiche individuali del bambino.

I giochi per lo sviluppo dell’attenzione sono divisi in diversi tipi:

  • visivo,
  • uditivo,
  • giochi motori,

a seconda di quali organi sono più coinvolti.

I giochi per sviluppare l'attenzione del bambino

Ecco alcuni esempi di ogni categoria di giochi che sviluppano l’attenzione motoria:

“Ripetere i movimenti”

All’inizio del gioco, si parla al bambino di un movimento che non deve essere ripetuto. Poi il bambino copia tutti i movimenti dell’adulto. Tranne uno proibito. E quando l’adulto lo mostra, il bambino deve avere il tempo di reagire.

“Scimmie”

L’adulto fa una costruzione con diversi oggetti. Il bambino non deve solo copiarla, ma anche imitare i movimenti dell’adulto.

Ecco alcuni esempi di giochi visivi per sviluppare l’attenzione:

“Cerchia il quadro”

Il bambino disegna un’immagine collegando consecutivamente i punti contrassegnati da numeri.

“Cosa non c’è più?”

Il bambino deve ricordare la posizione di diversi oggetti e poi voltarsi. L’adulto riordina o rimuove uno di essi. Quando il bambino si gira, deve indicare i cambiamenti.

I giochi per sviluppare l'attenzione del bambino

Esempi di giochi per lo sviluppo dell’attenzione uditiva:

“Noi stomp-clap”

L’adulto pronuncia frasi e concetti, alternando caoticamente giusto e sbagliato (la neve è gialla, lo zucchero è dolce, gli alberi lasciano cadere le foglie, ecc.) Un bambino risponde a un’affermazione corretta battendo le mani, e a una sbagliata battendo i piedi.

“Sul tavolo, sotto il tavolo e bussa”

L’adulto dà il comando “sotto il tavolo” e nasconde le proprie mani sotto. Se suona la frase “Sul tavolo”, le mette fuori. Se suona la frase “Bussa”, le sbatte sul tavolo. Il bambino ripete, abituandosi. Poi l’adulto confonde i comandi (per esempio, dice “bussare” e nasconde le mani). Il bambino deve rispondere alle parole, non alle azioni.

Questi e altri giochi simili per lo sviluppo dell’attenzione insegnano al bambino non solo a passare rapidamente da un’attività all’altra (cosa molto importante nella nostra vita frenetica), ma anche ad allenare la sua memoria e stimolare l’attività cognitiva.


No more posts
No more posts