Una cosa semplice che riduce il rischio di morte precoce del 50%

Una cosa semplice che riduce il rischio di morte precoce del 50%

Chi di noi non vorrebbe vivere più a lungo? E, preferibilmente, una migliore. In modo che nella vostra vecchiaia tutti gli organi funzionino più o meno, i vostri nipoti corrano e la vostra vita sia piacevole.

Negli Stati Uniti, uno studio su larga scala ha recentemente concluso proprio questo. Per 30 anni, i medici hanno seguito la vita di americani comuni, che avevano circa 45 anni quando è iniziato questo esperimento.

Come si può immaginare, molti di loro sono morti in quel periodo. Ma molti hanno anche vissuto fino al loro 75° compleanno in buona salute. Così, gli scienziati hanno indagato da cosa potesse dipendere. Gli scienziati hanno analizzato molti parametri: dieta, attività fisica, avere una famiglia, reddito, ecc. Alla fine i medici sono arrivati a una conclusione sorprendente:

Si scopre che la nostra aspettativa di vita è fortemente influenzata da un semplice fattore. Si può ridurre il rischio di morte precoce del 50% se si cammina molto.

Tutto qui? Beh, sì, ci assicurano i medici americani. Non importa se sei maschio o femmina, o di che colore è la tua pelle. Se cammini almeno 8.000 passi al giorno, nessun infarto ti raggiungerà. Non c’è bisogno di correre o affrettarsi. Una passeggiata misurata è sufficiente.

In generale, una gamma sana di passi è tra 7.000 e 10.000 (a seconda della tua età, più sei vecchio, meno ne hai bisogno). Sono da 6 a 8 chilometri. Tuttavia, dovrebbe essere fatto regolarmente, ogni giorno. Non devi spingerti troppo oltre, però. Se cammini più di 10.000 passi, l’effetto è sempre lo stesso.

Se parliamo di un minimo, gli effetti sulla salute iniziano a 5.000 passi. Sono solo 4 chilometri al giorno! O un’ora di cammino.

Sembra così semplice che ci si perde persino. Che tipo di produttore di camminate sponsorizzerebbe questo studio? Sembra che queste siano davvero le conclusioni di scienziati indipendenti e si dovrebbe pensare di iniziare a camminare fino alla metropolitana…

A proposito dei benefici del camminare

Camminare è facile, gratuito, divertente e, come abbiamo visto, fa bene alla salute.

Camminare migliora la circolazione del sangue. L’aumento della frequenza cardiaca mentre si cammina abbassa la pressione sanguigna e allena il cuore. Secondo alcuni studi, le persone che camminano per 30 minuti al giorno possono ridurre il loro rischio di ictus del 20%, e se camminano ad un ritmo più veloce, il loro rischio sarà inferiore del 40%.

Camminare può rallentare e perfino fermare la perdita ossea nelle persone con osteoporosi. Uno studio su donne in postmenopausa ha scoperto che 30 minuti di camminata quotidiana riducono il rischio di fratture del collo dell’anca del 40%. Camminare costantemente mantiene le articolazioni in azione e migliora il flusso sanguigno, il che è particolarmente utile per le persone con disturbi muscoloscheletrici.

Gli studi dimostrano che le persone tra i 50 e i 60 anni che esercitano regolarmente hanno il 35% di probabilità in meno di morire nei prossimi otto anni rispetto ai coetanei che rinunciano all’attività fisica.

Camminare influisce anche sul nostro benessere psicologico. Più camminiamo, migliore è il nostro umore. Camminare promuove la produzione di endorfine, “ormoni della gioia”, che hanno anche un effetto antidolorifico.

Inoltre, se camminiamo molto, dormiamo meglio e più profondamente, respiriamo meglio e russiamo meno. Camminare accelera il metabolismo, riduce il rischio di esacerbazione delle malattie croniche, l’obesità, aiuta a combattere lo stress… Ci sono troppi vantaggi di questa attività! Ecco perché non devi rimanere a casa nella tua vecchiaia. Cammina più a lungo all’aperto, fai del camminare una parte della tua vita.


No more posts
No more posts