3 regole principali delle congratulazioni sincere

3 regole principali delle congratulazioni sincere

Ciao, amici. Oggi voglio condividere un argomento che molti tacciono, ma a cui molti pensano. Parleremo della sincerità delle congratulazioni.

Ho notato che molto spesso le persone che si congratulano con voi per il vostro compleanno o per altre feste importanti, dicono le stesse parole banali:

  • “Buon compleanno!”;
  • “Buon giorno speciale!”;
  • “Buon grande giorno!”;
  • “Ti auguro di divertirti e di essere felice per tutta la vita!”;
  • “Ti auguro felicità, salute, successo!” e cose del genere.

Cosa posso dirvi? Non è abbastanza! Non va bene per niente! Quando vedo e sento questo, capisco immediatamente che la persona o non si preoccupa, o non è disposta a scervellarsi un po’ e trovare qualcosa di più originale. È così difficile pensare per qualche minuto e augurare alla persona qualcosa di veramente sincero e originale di cui ha bisogno?

Se volete distinguervi, essere ricordati per la persona, per dirgli davvero parole buone, piacevoli, importanti, allora ecco tre regole di auguri, che secondo me sono le più importanti.

1. Un augurio deve essere specifico

Non basta augurare “salute e successo”. Lo dicono tutti in fila, e alla decima persona non ti interessa proprio ascoltarlo, ti mancano le parole che si congratulano oltre le orecchie. E il festeggiato è offeso e annoiato, così come tutti gli altri.

Invece, l’onomastico è meglio dire dettagli chiari e specifici che si riferiscono specificamente a lui! Mostrate che conoscete la persona e condividete le sue esperienze:

  • “Ti auguro di avere successo nel tuo nuovo lavoro, che il tuo stipendio possa solo crescere, e che i tuoi compiti siano solo interessanti”;
  • “Mi hai sempre stupito con la tua determinazione. Ti auguro di essere sempre lo stesso e di correre una maratona!”;
  • “Ti auguro buona salute nonostante tutte le pandemie. Che anche a 50 anni nessun malanno ti prenda”;
  • “Ti auguro di essere felice dopo la nascita di tuo figlio. So per esperienza personale che il periodo non è facile. Che ci sia armonia in famiglia”.

2. Un desiderio dovrebbe essere d’ispirazione

Quando la gente dice “Che tu stia bene”, non rende felice nessuno. Speriamo già ogni giorno che nei nostri tempi turbolenti tutto vada finalmente bene.

Abbiamo bisogno di qualcosa di più interessante, forse divertente, o meglio entrambi allo stesso tempo. Allo stesso tempo, è bello “indovinare” un po’ i desideri interiori della persona stessa, che lui stesso sogna, ma non lo dice a nessuno. Per esempio:

  • “So che vai in palestra. Ti auguro di ingrassare 100 kg e di diventare l’atleta più duro dell’isolato e di fare invidia a tutti quelli che ti circondano. Congratulazioni per il tuo compleanno!”;
  • “Ho sentito che i tuoi affari vanno bene. Ti auguro di guadagnare 3 volte tanto quest’anno e che nessuna crisi ti prenda. Buon compleanno!”;
  • “Mi ricordo che hai un nuovo lavoro. Ti sei sempre distinto per il tuo carisma e la tua capacità di andare d’accordo con la gente. Ti auguro di sviluppare questo talento e di diventare un regista!”.

3. Quando ci si congratula si può non solo augurare, ma anche ringraziare

Un altro modo che ispira e fa piacere alla persona è quello di condividere le cose buone che hanno fatto per voi e per le quali siete grati.

Naturalmente, questo deve sembrare sincero. Pensa a situazioni, parole o aiuti che sono venuti da quella persona. O forse è stato solo un esempio per te?

  • “Grazie per avermi detto per una volta cosa dovrei fare. Le sono molto grato. Ti auguro di continuare ad aiutare le persone”;
  • “Grazie per il suo esempio che mi ispira a non arrendermi e a lavorare su me stesso”;
  • “Ti sono molto grato per avermi dato questo libro una volta. Ha avuto un grande impatto su di me. Ecco il mio regalo per te…”.

Queste sono le tre regole che renderanno il vostro saluto stimolante, sincero e piacevole. La persona vedrà che vi preoccupate, sentirà le parole, rivolte a lui PERSONALMENTE per la sua situazione, sarà felice e ispirato. Inoltre, lui o lei sarà contento che vi ricordate i dettagli della sua vita.


No more posts
No more posts