10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Sembrerebbe che delle foto innocenti possano essere molto più “anormali” di quanto si pensi. E ci fa capire quanto sia importante il contesto e che non dovremmo mai giudicare un libro dalla sua copertina. Ci sono segreti nascosti dietro sorrisi carini e molti “scheletri negli armadi” di persone felici. E non dimenticate che anche i cattivi ridono e si divertono.

L’utente Reddit KermitTheFraud92 ha iniziato un thread affascinante sui lati nascosti delle foto “ordinarie”. Ha chiesto alle persone di condividere foto che hanno una storia ambigua o un contesto nascosto.

Oggi decidiamo di presentarvi 10 foto apparentemente banali che non sono così banali e nascondono storie di orrore.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #1. Fatto da Dawn_Amber.

Guardate il tizio sullo sfondo, in alto a sinistra. E poi guardate cosa c’è sullo sfondo, in alto a destra. Potete vedere i carri armati che si avvicinano.

Questo è lo stesso ragazzo che stava di fronte al carro armato in piazza Tienanmen. Presumibilmente questo è lo studente Wang Weilin, e questa foto è stata scattata pochi minuti prima che apparisse quello scatto molto famoso (sulla copertina di questo post).

Questo ragazzo è stato molto coraggioso e ha bloccato la strada della colonna di carri armati. Tuttavia, nessuno sa cosa sia successo a Waylin. Forse è stato giustiziato, forse è ancora in prigione, forse è fuggito in un altro paese.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Questa foto cattura gli impiegati di Auschwitz che si godono un piacevole fine settimana. Sembrano consulenti del campo, ma il loro lavoro è quello di uccidere le persone. È probabile che l’abbiano fatto sia prima che dopo questa foto.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

E in questa foto, bambini ebrei che si tengono per mano camminano inconsapevolmente verso la loro morte nelle camere a gas di Auschwitz.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #4. Inviata da Andromeda321.

A prima vista, questa foto mostra semplicemente diversi astronauti in posa in assenza di peso. Nel frattempo, non hanno idea che la loro navetta spaziale è incorreggibilmente danneggiata e infatti saranno morti in pochi giorni durante il rientro nell’atmosfera.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #5. Kay_Elle.

E questa, a prima vista, è una ragazza ordinaria – una moderna Mowgli. Ginny è diventata una bambina “selvaggia” perché per tutta la sua infanzia è stata legata a una sedia nella sua stanza e punita quando faceva rumore.

Fu trovata, salvata dai suoi genitori pazzi. Aveva una nuova famiglia. Hanno cercato di insegnarle a parlare e lei è riuscita ad imparare a comunicare un po’. Da tutto quello che sappiamo ora, era curiosa, intelligente e desiderosa di imparare, ma nonostante questo, non ha mai raggiunto il livello di sviluppo dei suoi coetanei.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #6. Tinkrman.

Questo giovane sorridente in pantaloncini divertenti è il fisico Harold Agnew, che tiene in mano il nucleo della bomba atomica “Fat Man” che fu lanciata su Nagasaki nel 1945.

La bomba uccise circa 80.000 persone, molte delle quali morirono per gli effetti a lungo termine causati dalla bomba, come la malattia da radiazioni e la leucemia.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #7. KermitTheFraud92.

Questo ragazzo sorridente è stato meno fortunato del precedente. Tredici ore dopo lo scatto di questa foto, il 18 maggio 1980, il vulcano St. Helens eruttò, uccidendo 57 persone, tra cui il vulcanologo David Johnston (che è nella foto).

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #8. KungThulhu.

Questa foto è stata scattata da un gruppo di sopravvissuti allo schianto del volo 571 dell’aviazione uruguaiana sulle Ande. Non sembra niente di speciale: le persone nella foto sono sedute, si abbracciano, sorridono.

Tranne che per sopravvivere nelle montagne ghiacciate e deserte queste persone sono diventate cannibali! E proprio in questa foto potrebbero sorridere per aver mangiato uno dei passeggeri!

La cosa interessante: dopo una lunga ricerca, queste persone sono state salvate e sono tornate alla loro vita normale.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #9. TheButterBug.

Questa è una foto della First Lady americana Rosalynn Carter nel 1978 che stringe la mano al… omicida seriale John Wayne Gacy (!), che era attivo in politica all’epoca. A quel tempo aveva già ucciso più di 20 giovani uomini! Aveva una “S” sul bavero della giacca, rilasciatagli dai servizi segreti come segno che gli era stata concessa l’autorizzazione di sicurezza. La foto era anche firmata: “A John Gacy con i migliori auguri, Rosalynn Carter”.

10 foto apparentemente banali che nascondono storie di orrore

Foto #10. OutrageousMix5145.

In questa foto, John Lennon autografa il suo assassino, Mark Chapman, poche ore prima dell’omicidio. Chapman aveva anche una pistola con sé in quel momento.

Questo è tutto, amici. Solo per aggiungere, questa raccapricciante collezione di foto dimostra ancora una volta che non sappiamo mai cosa aspettarci dalla vita e dalle persone che ci circondano.


No more posts
No more posts