Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Fiabe, leggende, cartoni animati e altre creazioni del genio umano negligente dipingono principi e principesse come le persone più affascinanti, dignitose e belle del mondo. Tuttavia, fatti storici ostinati dimostrano che questa visione è disastrosamente lontana dalla verità. I monarchi erano di solito di aspetto sgradevole; erano anche ossessionati dal potere e facevano del loro meglio per non lasciarselo sfuggire di mano.

Uno dei modi per mantenere il potere in famiglia appariva semplicemente disgustoso alla gente comune. Stiamo parlando di matrimoni con parenti di sangue (quando cugini, zii e nipoti e altri parenti andavano al matrimonio). I difetti genetici erano l’altra faccia del desiderio di mantenere il trono. Erano rari tra la gente comune, ma erano così comuni tra i monarchi che a volte si poteva indovinare inequivocabilmente il proprietario di “sangue blu” dalla loro presenza.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Maria Luisa d’Orleans, regina di Spagna 1662-1669.

Mascella degli Asburgo

I rappresentanti della dinastia degli Asburgo sedettero sul trono di molti paesi europei: dal Portogallo alla Transilvania. Un ramo arrivò persino in Messico. Queste persone erano famose per la loro particolare abilità nel concludere matrimoni lucrosi.

Molto spesso queste unioni erano incestuose, così a un certo punto i membri della famiglia svilupparono una deformità facciale caratteristica e dall’aspetto disgustoso chiamata “mascella degli Asburgo”.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Carlo II, Carlo V e Filippo IV d’Asburgo (da sinistra a destra).

I monarchi che la ereditarono si distinguevano per una mascella inferiore sproporzionatamente grande, un labbro inferiore spesso, un naso lungo e una lingua molto grande che non entrava nella bocca.

I maschi della dinastia asburgica erano più spesso proprietari di queste orribili caratteristiche, mentre le femmine non erano così pronunciate. Il caso più grave di questo tipo fu senza dubbio quello del re Carlo II di Spagna, che riusciva a malapena a parlare e sbavava tutto il tempo.

Emofilia

La stragrande maggioranza delle persone sul pianeta non presta molta attenzione ai tagli. Fa male, ma poi si rimargina e va via. Ma per gli emofiliaci, anche piccole ferite di questo tipo sono fatali (perché il loro corpo non produce abbastanza fattori di coagulazione). Se il sangue comincia a colare o trasudare nei tagli degli emofiliaci, non si ferma naturalmente.

La malattia è recessiva, quindi è estremamente rara nelle popolazioni umane normali – perché si manifesti, i portatori del gene corrispondente devono essere entrambi i genitori. Ma le famiglie reali d’Europa che praticavano la consanguineità non hanno avuto problemi con la produzione di pezzi di DNA non riusciti.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Regina Vittoria. Ritratto di Franz Xavier Winterhalter (1859).

La regina Vittoria d’Inghilterra, che sposò suo cugino Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha, si distinse soprattutto nella diffusione dell’emofilia. Da lei, la malattia fu trasmessa ai rappresentanti delle corti di diversi monarchi, compresa quella russa. È noto che Tsesarevich Alexei, figlio di Nicola II, aveva l’emofilia.

Idrocefalo

L’idrocefalo è una malattia che causa un accumulo di liquido cerebrospinale nel cervello.

I suoi portatori erano, in particolare, i rappresentanti della famiglia reale spagnola. Spesso davano alla luce bambini con teste sproporzionatamente grandi, che successivamente soffrivano di sviluppo fisico ritardato, atrofia muscolare, alterata coordinazione dei movimenti e convulsioni.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Ritratto di William Danese.

L’idrocefalo si manifestò anche nella monarchia britannica, in particolare in William Danese, figlio di Anne Stuart. La storia di questa regina in generale è l’esempio più chiaro dell’inammissibilità del matrimonio con i parenti. Sposò suo cugino, Giorgio di Danimarca, e nell’arco di due decenni rimase incinta di lui 17 volte.

A causa dell’estrema somiglianza genetica dei coniugi, la regina abortì in dodici occasioni, quattro dei bambini nati morirono nell’infanzia e solo uno riuscì a sopravvivere fino all’età di undici anni. Era William, che aveva l’idrocefalo. La dinastia degli Stuart finì lì, comunque.

Difetti di sviluppo degli arti

I reali avevano praticato matrimoni con parenti stretti per migliaia di anni prima della nascita delle monarchie in Gran Bretagna, Spagna e in gran parte dell’Europa. Era molto comune, per esempio, nell’antico Egitto.

Nel tentativo di preservare la purezza del loro sangue quasi divino, i regnanti egiziani cercavano di trovare una coppia nel cerchio della parentela, il che portava agli stessi scherzi della natura.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Ricostruzione dell’aspetto e del fisico di Tutankhamon.

L’esempio di Tutankhamon, uno dei più famosi faraoni egizi, sembra indicativo della regione. Gli scienziati moderni, esaminando la sua mummia, hanno “diagnosticato” che aveva una palatoschisi e una grave deformazione dei piedi. Il sovrano aveva anche un cranio notevolmente allungato.

Suo padre era Ehnaton, che era sposato con Nefertiti, ma Tutankhamon non era nato dalla regina, ma molto probabilmente da sua zia, cioè dalla sorella di suo padre. La mescolanza a un livello di parentela così stretto è praticamente una garanzia di varie anomalie fisiche, che a quanto pare si verificarono nel caso del povero Tutankhamon, che soffrì in modo insopportabile per tutta la vita e morì prima ancora di raggiungere i vent’anni.

Infertilità

Il suddetto re di Spagna, Carlo II l’Incantato, si sposò due volte, ma non poté mai generare un erede. Era sterile, come molti altri possessori di “sangue blu” i cui antenati cercarono di incrociarsi in una stretta cerchia familiare.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Ritratto di Carlo II.

Conoscete già il triste destino della regina Anna Stuart, che sopravvisse ai suoi 17 figli. La storia non insegna nulla a questi re e regine! Questa situazione è così comica che non ci fa proprio pena.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Ritratto di Anne Stuart.

La principale funzione vitale di ogni monarca è quella di produrre prole a cui trasferire il potere. Tuttavia, a causa dell’avidità, dell’incomprensione di semplici verità e della miopia, si sono privati della possibilità di riprodursi come le persone normali. Questo, a sua volta, ha causato lotte e persino guerre per l’eredità di questo o quel monarca senza figli.

Per certi versi, tuttavia, questa sterilità era comunque una buona cosa. Non riuscendo a trasmettere i geni difettosi ai loro discendenti, li portavano “fuori dal ricambio evolutivo”. Carlo II, per esempio, non ha “regalato” a nessun altro la sua disgustosa mascella.

Ritardi nello sviluppo

La storia conferma molti fatti che i reali non erano così intelligenti come volevano sembrare. Inoltre, molti dei monarchi avevano facoltà mentali ritardate.

Perché i reali avevano spesso un aspetto strano ed erano sterili?

Ritratti del re Filippo IV di Spagna e Mariana d’Austria.

Il suddetto Carl II pronunciò la sua prima parola all’età di quattro anni, ma non imparò a camminare fino agli otto! Nacque dall’unione di Filippo IV e Marianna d’Austria, che non erano solo marito e moglie, ma anche zio e nipote. I matrimoni con i parenti di questa famiglia erano stati praticati per generazioni, quindi il risultato fu estremamente triste.

La somiglianza genetica tra i genitori di Carlo II era maggiore di quella dei fratelli. Questo non significa necessariamente una ridotta capacità mentale nella prole, ma aumenta automaticamente la probabilità di trasmettere i geni recessivi associati al basso QI e al deterioramento cognitivo. Ciò significa che i reali ereditano non solo deformità fisiche, ma anche malattie mentali.


No more posts
No more posts