8 cattive abitudini che ti svalutano agli occhi degli altri

8 cattive abitudini che ti svalutano agli occhi degli altri

Sì, può succedere che qualcuno intorno a noi ci svaluti deliberatamente. Questa persona può avere diverse motivazioni. Forse vuole piegarci alla sua volontà e usarci per i suoi scopi. Forse invidia il nostro successo e aspetta quando finalmente cederemo il nostro posto a lui. O semplicemente non ha ottenuto molto lui stesso, è più a suo agio quando vede solo difetti negli altri.

Ognuno di questi casi deve essere affrontato personalmente e scegliere la propria tattica.

In questo materiale si parla anche di quei casi in cui una persona si svaluta agli occhi di amici, colleghi, parenti o persone sconosciute. Molto probabilmente lo fa inconsciamente. Ma comunque il risultato si manifesta: i suoi risultati e le sue azioni sono svalutati, non è sempre preso sul serio, sembra più debole e non così intelligente sullo sfondo degli altri. Questo influenza il livello di reddito, la carriera, la posizione sociale, e semplicemente l’atteggiamento degli altri nei suoi confronti.

Le conseguenze di un comportamento sbagliato nella società possono danneggiare seriamente la nostra reputazione. Diamo un’occhiata più da vicino alle cattive abitudini che ti svalutano agli occhi degli altri:

1. Scusarsi spesso e trovare spesso delle scuse

Naturalmente, una persona forte e sicura di sé ammetterà quando ha sbagliato qualcosa e si scuserà.

Ma non è di questo che stiamo parlando qui. Ci sono persone che si scusano e si scusano costantemente. Come se avessero paura di disturbare qualcuno di grande con la loro presenza.

Ma questa strategia è dannosa per la loro posizione nella società. Attraverso questa strategia di comportamento (scusarsi costantemente) si rende semplicemente chiaro che non siamo degni di essere allo stesso livello di chi ci circonda. E con le loro continue scuse, mostrano che non sono sicuri delle loro parole e azioni.

2. Incapacità di accettare complimenti e gratitudine

A qualsiasi ringraziamento o lode, borbotteranno o diranno qualcosa sulla falsariga di:

  • “Non ringraziarmi”;
  • “Non sono così carina”;
  • “Non ne valeva la pena”.

Allora ne sono sicuri loro stessi. Di conseguenza, con questa reazione, mostrano a coloro che li circondano come devono essere percepiti e trattati.

3. Vantarsi in modo inappropriato

Questa è l’altra faccia della stessa medaglia – la sottovalutazione dell’autostima. In questo caso, una persona si elogia attivamente ad alta voce per il minimo delle sue parole o azioni:

  • “Sono il migliore”;
  • “Sono così”;
  • “Guarda cosa so fare! Ora guarda e impara”.

Dà l’impressione che non sia molto sicuro di sé e stia cercando di nutrirsi in qualche modo con le parole. In piccole dosi, le affermazioni positive e i complimenti a se stessi sono buoni. Ma quando sono troppe, assomigliano molto alla disperazione.

4. Offensività

Tutti possono essere insultati. E alcune persone lo usano deliberatamente per far incazzare la gente. Ma la differenza chiave tra una persona con alta autostima e una con bassa autostima è COME le persone rispondono agli insulti e alle offese.

Se non ti piace, se ti offende, giustificalo, spiegalo, rendilo chiaro alla persona con cui stai parlando. Se le azioni di una persona non cambiano e non la sopporti affatto, riduci al minimo la tua comunicazione con lei.

Ma quando una persona si chiude costantemente, si elimina, fa il broncio, allora questo dimostra un certo infantilismo, immaturità. È difficile trattare una tale persona come un adulto e alla pari.

5. Cercare di conformarsi agli altri

È chiaro che tutti noi viviamo in società, viviamo secondo alcune regole e dobbiamo fare i conti con i diritti degli altri.

Ma quando una persona si arrende costantemente, non esprime la sua opinione e si adegua costantemente all’opinione degli altri, certamente non aumenta il rispetto degli altri.

6. Paragoni costanti di se stessi con gli altri

Ci sono esempi in cui una persona chiede costantemente alle persone che la circondano di confermare che lui è in qualche modo migliore, o almeno non peggiore. Ci sono tentativi di interrompere inavvertitamente la conversazione e parlare dei propri meriti.

Questo è un tipico comportamento infantile, non fa di una persona affermata.

7. Incapacità di affermare i confini personali

Questo include un’eccessiva tolleranza, una mancanza di comprensione dei propri confini e un’incapacità o mancanza di volontà di segnarli agli altri.

Naturalmente, non bisogna trasformarsi in un “riccio pungente” nella società. Ma è importante segnare ciò che si può fare in relazione a voi e ciò che non si può fare.

8. Trasmettere atteggiamenti negativi

Piagnucolare costantemente, lamentarsi, trasmettere atteggiamenti decadenti ti renderà sgradito in qualsiasi società. La gente ha già abbastanza problemi per conto proprio. Un eterno piagnucolone e pessimista è più probabile che faccia venire voglia di scappare invece di dispiacersi per lui.

Apprezza te stesso, comportati in modo dignitoso e maturo. Non svalutarti, non renderti la vita difficile.


No more posts
No more posts