7 crudeli verità della vita che di solito neghiamo finché non le affrontiamo

7 crudeli verità della vita che di solito neghiamo finché non le affrontiamo

Foto di David Lloyd.

Ci sono crudeli verità della vita che incontriamo, e non è sempre piacevole. Alcuni chiudono un occhio su queste verità e poi soffrono, mentre altri fanno pace con esse e vanno avanti a vivere una vita molto migliore. Quale strada scegliere? Sta a voi decidere.

1. A nessuno interessano i nostri problemi

Ad alcune persone piace prendere in giro i loro fallimenti: “Ho un brutto lavoro, non ho abbastanza soldi, li ho presi di nuovo in prestito da mia madre… Mia moglie mi assilla, mio figlio è fastidioso, la mia macchina è vecchia” e così via. Come psicologo, mi sono sempre chiesto come si comportano gli interlocutori di queste persone. Si comportano in modi diversi: alcuni annuiscono con simpatia, altri ridono, altri sono d’accordo…

Tuttavia, ho notato qualcos’altro: quasi tutte le persone che erano d’accordo con la situazione del loro interlocutore non erano pronte ad aiutarlo veramente. Il loro sostegno è finito con le sole parole.

L’amara verità della vita è che a nessuno importa dei tuoi problemi. Inoltre, se ti lamenti costantemente, cominci ad essere considerato debole. Se parli solo dei tuoi problemi, la gente si allontana da te, non vuole avere niente a che fare con te.

Il mondo moderno ha bisogno di persone forti, non di persone che si concentrano sui loro fallimenti.

2. Il denaro va a chi ci pensa

Una volta non capivo la frase: “Per avere più soldi, devi pensarci l’80% del tempo”. Mi sembrava un’assurdità. Perché? È meglio pensare alla felicità, e i soldi arriveranno. Così ho vissuto per nove anni con un modesto stipendio di 800-900 dollari al mese.

Ma quando ho iniziato a lavorare per me stesso come psicologo, ho capito che i pensieri costanti sul denaro non solo non mi intralciavano, ma mi aiutavano a sentirmi meglio. Ho iniziato a lavorare sulla mia efficienza, inventando costantemente come migliorare il mio lavoro con i clienti, aumentando la mia istruzione, prendendo nuovi corsi. Poi ho iniziato a condurre io stessa dei corsi di formazione. Questo mi ha permesso di aumentare il mio reddito di 8 volte!

Oggi la mia opinione è cambiata:

Quelle persone che si lamentano di non avere abbastanza soldi semplicemente non vogliono pensarci seriamente. Non vogliono impegnarsi, lavorare di più, studiare di più per guadagnare di più. Invece, sono più preoccupati di stressarsi meno e di divertirsi di più.

3. Le donne non amano per niente

Questo punto è particolarmente importante per gli uomini (anche se le donne con un orientamento non tradizionale, anche).

Molti blog e social network oggi sono pieni di queste sciocchezze: “Ognuno ha la sua anima gemella, bisogna solo trovarla”. Oppure “Voglio essere accettato per quello che sono”. Sono tutte stronzate! Sogni da perdente!

Ricordate: Nessuno al mondo ti amerà incondizionatamente tranne tua madre. 

Noi amiamo le donne per bellezza, intelligenza, emozione e ispirazione, le donne ci amano per forza, intelligenza, protezione e Dio sa cos’altro. Ma sempre per. Smettete di sperare di essere amati maleodoranti, arrabbiati o poveri.

4. La vita è piena di problemi

Un tubo che perde in cucina? Un graffio sul parafango della tua nuova auto? Tua moglie è infelice perché non esci? Il bambino è di nuovo malato?

Fattene una ragione! La vita è una serie di problemi che bisogna saper risolvere. E più efficacemente li risolvi, più sei felice. Al lavoro vieni pagato per questo, le donne ti amano per questo e i bambini ti ammirano e vogliono essere come te.

5. Se non sai combattere, perderai

Combattere è una base della vita tanto quanto l’alimentazione e la riproduzione. Tutti gli esseri viventi sul nostro pianeta lottano per il loro posto sotto il sole. Pertanto, l’abilità di combattente in se stessi deve essere mantenuta e sviluppata costantemente.

Non è necessario combattere fisicamente (anche se per un uomo è un bene), si può combattere intellettualmente, verbalmente, tecnologicamente. E se si vuole avere successo tutte queste abilità devono essere pompate molto bene.

6. La salute data solo una volta nella vita

All’età di 20-25 anni ti sembra che “il mare sia profondo fino alle ginocchia”. Questo perché il tuo corpo è il massimo della salute e si rigenera rapidamente. Puoi bere molto alcol, andare in giro con abiti leggeri, non lavarti i denti e non fare esercizio: la tua salute sarà a posto.

Ma con ogni decennio, la situazione peggiora, i guasti si accumulano. A più di 35 anni, ti rendi conto che la tua salute è una cosa sola. I tuoi denti cominciano a dolere, la tua schiena si rompe, paghi per andare dal medico, ma continui a non dormire bene.

Se non ti prendi cura della tua salute dopo i 35 anni, ti sentirai peggio ogni anno. A causa dell’aumento della stanchezza e dell’indolenzimento avrai problemi sul lavoro e in famiglia.

Quindi dovreste prendervi cura della vostra salute. Hai solo una salute e ti viene data solo una volta nella vita.

7. Vuoi essere principale? Allora ama la responsabilità

È risaputo che i capi fanno più soldi dei subordinati. Ecco perché ogni dipendente sogna di diventare un capo il più presto possibile. Tuttavia, pochi subordinati sono disposti ad assumersi la responsabilità extra. Bene, vi deluderò, cari “amanti della sedia da capo”: se volete essere principali, allora amate la responsabilità e siate pronti ad affrontare più problemi.

L’incomprensione della comando oggi non è solo sul lavoro, ma ovunque. Prendiamo, per esempio, le famiglie in cui tutte le decisioni sono prese dalla moglie.

Molti uomini vogliono essere buoni capi e padri in famiglia. Ma sono completamente riluttanti e incapaci di assumersi la responsabilità per gli altri. Se una moglie non ascolta il marito, lui può risentirsi, può lasciare la casa, può battere i piedi, battere i piatti, dimostrando il suo punto di vista. Ma questa è comando?

La comando è responsabilità per le persone. Per il marito è responsabilità per i figli e la moglie. Così come i direttori sono responsabili dei loro subordinati.

Un direttore scappa dalla sua azienda se i dipendenti litigano con lui? No, si siede e pensa a come rendere tutti felici. O al massimo prende misure dure ma giuste. E sì, queste misure possono essere sgradevoli. Ma tale è la vita, tale è la sua prossima crudele verità.


No more posts
No more posts