L’amico della moglie o quello che è successo una volta non conta

L’amico della moglie o quello che è successo una volta non conta

Lavoro come psicologo della famiglia e un giorno una donna di nome Cheryl venne da me con il seguente problema:

“Ho un marito e una migliore amica”, dice Cheryl. “Tutto è chiaro con mio marito, e il mio migliore amico è con me da molti anni, mi fido di lui. Con lui discutiamo di tutte le mie preoccupazioni”.

Sono sempre stato divertito da queste affermazioni. Cosa c’è nella mente di quella donna? Come si possono avere migliori amici quando si ha un marito? Non può essere lui il migliore amico?

Cheryl ha insistito. Pensava di poter discutere di tutto con la sua migliore amica, ma non con suo marito. Lui non capirebbe, giudicherebbe, riderebbe. Ma il migliore amico – capirà sicuramente.

A mio parere, se una donna si avvicina a un uomo, questo porterà inevitabilmente al fatto che avranno una chimica, se non ci sono fattori che interferiscono. È semplicemente inevitabile.

Ed è quello che è successo.

Un giorno Cheryl stava chiacchierando troppo apertamente con un fidanzato ed è venuto fuori che erano interessati a discutere di un argomento picante (sai cosa). Il ragazzo voleva parlare con Cheryl da molto tempo, ma era timido. Poi i due sono andati d’accordo. Lui ha condiviso le sue storie. Cheryl parlò dei suoi problemi con il marito. Cominciarono a condividere i loro pensieri. E poi si sono incontrati.

“Quello che è successo una volta non conta”, pensava Cheryl. Ma poi le venne la voglia di parlare con altri uomini. Un collega di lavoro. Un amico dell’università. Si rese conto che con suo marito le mancava l’ispirazione. Ma il bel collega della porta accanto era interessante.

Il suo rapporto con il marito si stava deteriorando. Era caduto in depressione, non voleva niente, stava tutto il giorno sul divano. Cheryl cominciò a disprezzarlo.

A questo punto, molte persone si dispiacerebbero per il marito di Cheryl e la rimprovererebbero con ogni parola. Ma il vero problema è che la colpa è di entrambi. Non hanno mai imparato a parlarsi. Perché il marito avrebbe dovuto permettere l’esistenza di una migliore amica? Io sarei stata fortemente contraria. Perché non ha chiesto di essere sincero con sua moglie? Perché ha riso delle esperienze del coniuge?

Dopo tutto, il fatto che Cheryl se ne andasse a condividere segreti con un’amica significava che stava passando un momento difficile con suo marito. Ed era compito del marito rendere confortevoli i dialoghi sinceri. Non voleva ascoltare – così se n’è andata per qualcun altro.

Il marito è pienamente responsabile, al suo 50%, del fatto che sua moglie ha iniziato a tradirlo. E la sua depressione e le sue cattive condizioni sono al 100% una sua responsabilità.

Cosa si dovrebbe fare in questa situazione?

  1. Divorziare o non divorziare nel caso di tali “amici” è affare di tutti. Ma imparare a parlare con la tua donna, ad ascoltare le sue richieste, i suoi problemi, in modo che non corra dai suoi “amici” è necessario. Questo è ovvio;
  2. Non incolpare l’altra metà di tutto, ma imparare a vedere la tua parte di responsabilità. Riconoscere “sì”, se avessi agito diversamente, forse niente di tutto questo sarebbe successo”. Non dire solo “le donne sono stupide”;
  3. Non scappare dai conflitti e dai litigi, ma imparare a risolverli nel modo più costruttivo possibile. Capire che i risentimenti e le preoccupazioni che ha nel litigare con sua moglie sono emozioni che gli impediscono di pensare in modo costruttivo. Può fare una pausa, calmarsi, ma tornare al conflitto per risolverlo.

No more posts
No more posts