La parabola del miliardario e di suo figlio

La parabola del miliardario e di suo figlio

Se non sei felice di quello che hai nella vita, è il momento di cambiare la tua prospettiva. È il momento di guardare ciò che succede intorno a te in modo diverso e cambiare tattica. O forse di lasciare dove siete.

Oggi vi racconterò un’interessante parabola su una famiglia ricca e sul rapporto tra un miliardario e suo figlio.

Allora, c’era una volta un miliardario, che ha cresciuto suo figlio nell’austerità e non gli ha dato molti soldi facili. Prima il figlio studiò, poi fece un lungo tirocinio in una delle imprese del padre.

Arrivò il momento, e il figlio mostrò i primi buoni risultati. Suo padre lo invitò e gli disse che aveva preparato un regalo speciale per lui.

Il padre condusse il figlio nell’enorme garage. Il figlio si bloccò nell’attesa. C’era una macchina lì. Solo che non riusciva a vedere di che marca fosse, solo una silhouette coperta da un panno denso.

Il miliardario condusse il figlio all’auto e disse:

– Ho il primo regalo significativo per te. Spero che tu ne faccia buon uso.

– Oh, padre! Grazie mille.

Poi il miliardario tolse il panno. E il figlio rimase molto deluso. Non era una costosa auto moderna come si aspettava. Era un’auto all’antica, piuttosto malandata, ma abbastanza robusta.

La parabola del miliardario e di suo figlio

Dopo alcuni secondi di silenzio incredulo, il padre parlò:

– Molti anni fa ho comprato questa macchina con i primi profitti della mia attività. Mi è molto cara.

– Mi sta suggerendo di guidarla? – Il figlio dubitò.

– No, ho un’idea migliore per te. Vai a vendere quest’auto, e con i soldi ricevuti compra qualsiasi auto tu voglia.

– Papà, stai scherzando? Quanto mi daranno per questo rottame?

– Non saltare alle conclusioni. Trova qualcuno che ti paghi un sacco di soldi.

Il figlio accettò la richiesta del padre. Mise in moto l’auto e la guidò in città.

All’inizio cercò di vendere l’auto al mercato locale, ma i compratori non volevano dargli più di un paio di migliaia di dollari e facevano anche commenti offensivi.

Si lamentò con suo padre che era impossibile vendere questo rottame d’auto per molto, ma suo padre disse:

– Stai solo vendendo alla persona sbagliata e nel posto sbagliato.

Il figlio decise di tentare di nuovo la fortuna con la vendita dell’auto e andò in una concessionaria. Hanno ispezionato l’auto e gli hanno offerto quattromila dollari. Non gli sembrava abbastanza (perché non poteva permettersi di comprare l’auto che voleva con quei soldi).

E di nuovo andò da suo padre con la stessa domanda. Ma suo padre ripeté le stesse parole:

– Stai solo vendendo alla persona sbagliata e nel posto sbagliato.

Allora il figlio andò in un salone di auto d’epoca. La sua auto era circondata lì, guardata, ammirata. E gli offrirono una cifra ben diversa, ben 90 mila dollari! Dopo tutto si trattava di un’auto piuttosto rara che non veniva prodotta da molto tempo.

Il figlio lodò il risultato a suo padre, che rispose:

– Ora vedo che hai imparato con successo un’altra importante lezione di vita. Ricorda sempre la storia di quella macchina. Sì, succede che una persona con capacità eccezionali, abilità o qualche prodotto di valore, servizio, può non essere apprezzato e non richiesto in un posto. Ma in un altro luogo, li stanno aspettando e sono disposti a pagare molto per loro. Figlio ricorda che è importante trovare il tuo posto. Non devi fermarti al primo mercato che vedi, se lì non sei apprezzato. Devi andare avanti e trovare il tuo posto.


No more posts
No more posts