È tutto a posto. Non c’è niente di sbagliato in te

È tutto a posto. Non c’è niente di sbagliato in te

È molto importante amare se stessi, non solo il proprio nome, la propria storia di vita, la propria occupazione, e non solo il proprio riflesso nello specchio. Per sé, intendo amare non solo l’intera percezione e tutto ciò che viene percepito, ma anche la capacità stessa di percepirsi in questo momento. Amare se stessi significa apprezzare la possibilità stessa della percezione.

Nemmeno la percezione stessa, ma la possibilità stessa, che può esprimersi in gioia, piacere, dolore e tristezza, valorizzare la possibilità di sforzo e valorizzare la possibilità di rilassamento.

Se non ami te stesso (quasi tutti non amano se stessi in un modo o nell’altro), non puoi essere soddisfatto nella vita, non importa cosa fai, non importa cosa possiedi, non importa dove sei. Sei ancora infelice e non selettivamente condannato a cercare il tuo appagamento e la tua felicità.

Quando si ama se stessi, non si fa violenza al proprio corpo, semplicemente non si è interessati ad esso – non a qualsiasi conquista e non a qualsiasi beneficio che la conquista promette. Non hai bisogno di diventare qualcosa, non hai bisogno di migliorare il tuo aspetto o il tuo corpo. Non dovete nemmeno cercare di mantenere il vostro aspetto o il vostro corpo in una qualsiasi condizione “giusta” o “bella” o “buona”.

Sembra molto strano, ma è proprio così: semplicemente non fai nulla di inutile con il tuo corpo, non fai violenza, e quando smetti di fare violenza, non hai più bisogno di nessun restauro o miglioramento speciale e cosciente.

In ogni momento sei precisamente consapevole dentro, nel tuo stesso centro, che non c’è niente di sbagliato in te, che non c’è niente di sbagliato in te. Prova a permettere questo piccolo pensiero. Lascialo entrare in te e assaporalo per un po’. Permetti a quel pensiero di germogliare in te in questo momento – “Sto bene!”. Lascia quel testo per un paio di minuti, un po’ più tardi potrai tornarci di nuovo.

In questo momento, senti la tua completezza, la tua sicurezza.

Non hai bisogno di convincerti, non hai bisogno di guardarti allo specchio per questo, non hai bisogno dell’autorità o del ministero o della valutazione di qualcuno per questo. Lo sai già esattamente, senza un solo dubbio, senza una sola valutazione, senza un solo confronto. Sai già, anche senza conoscenza, che non c’è niente di sbagliato in te in generale, compreso il tuo corpo, indipendentemente dal suo stato attuale.

Quando vedi che non c’è niente di sbagliato in te e smetti di criticare, violentare, migliorare, perfezionare il tuo corpo prima fisicamente e poi mentalmente. Quando smetti di raggiungere – diventi nonviolento anche al di fuori del corpo. Smetti immediatamente di esigere, risentirti, essere geloso, volere, aspettare, invidiare, arrabbiarti, insistere, discutere, lottare, cercare di ottenere vittorie, vendicarti, esagerare, insistere sul tuo – tutto questo diventa inutile.

Ti ritrovi libero da tutta questa spazzatura e da molto altro nella tua vita.


No more posts
No more posts