La regola dei 3 giorni. Come ho insegnato ai miei parenti e ospiti a pagare l’affitto?

La regola dei 3 giorni. Come ho insegnato ai miei parenti e ospiti a pagare l’affitto?

Siamo tutti diversi, ma il 98% di noi sogna di vivere al mare. Questo è un fatto!

Ma, cosa più interessante, nessuno lo ammette. Ma, cosa ancora più difficile: nemmeno i familiari e gli amici più stretti lo ammettono.

Io vivo sul mare. La mia casa è costruita proprio sulla riva del Mar Mediterraneo.

La regola dei 3 giorni. Come ho insegnato ai miei parenti e ospiti a pagare l'affitto?

Cosa posso dirvi? È fantastica! Ma ho ottenuto questa casa attraverso il duro lavoro, il superlavoro perpetuo al lavoro, e la salute persa. Ma cosa pensano i miei parenti? Mi sorprendono: “Sì, ha una casa al mare, perché non chiama, ha un paio di letti disponibili”. No, no, no, non lo fa! O meglio, sì, ma solo per tre giorni. E di seguito vi dirò perché.

Sulla maledizione della casa sul mare

Quando mi sono trasferito in una casa vicino al mare, ho incontrato la mia famiglia molto spesso e non ho negato loro nulla. Non facevo pagare il mio soggiorno, e davo anche da mangiare ai miei ospiti e li trattavo da bere. Molte di queste persone rimasero con me per alcune settimane.

Tutto questo era affascinante, ma non solo il mio budget familiare non cresceva durante quei mesi di vacanza estiva, ma addirittura si riduceva. Allora ho pensato: “Cosa sto sbagliando?”.

Sono andato da mia madre per un consiglio e questo è quello che mi ha detto:

Se rimani nella casa per tre giorni, sei un ospite; se di più, allora sei il padrone di casa.

È la regola dei 3 giorni che mi è venuta in mente. Ho finalmente capito il mio errore: tutti i miei ospiti e parenti davano per scontata la mia ospitalità. Non volevano aiutarmi, non volevano pagare, contavano sul fatto che io (come parente) dovevo loro tutto gratuitamente.

Nel frattempo, mia madre ragionava in modo più sensato:

“Che tu sia un parente o meno, il cibo e l’alloggio costano. Quindi, se vieni a trovarmi per un periodo di non più di 3 giorni dovresti portare del cibo. Se di più – dovresti pagare per la tua vita in casa mia (comprare il cibo, cucinare il cibo, pulire la casa e il cortile, lavare, pagare le spese per le utenze e la casa, aiutare nelle riparazioni se necessario)”.

Perché questa regola è così importante?

Questa regola è importante perché tutti i vostri parenti e conoscenti la pensano così: “Visto che si sono trasferiti al mare, allora possiamo starci gratis!”.  Allo stesso tempo, tutte queste persone non si preoccupano del fatto che hai dovuto lavorare 12-14 ore al giorno per sette giorni alla settimana, rovinare la tua salute e segnare il tuo riposo. Cosa si può dire qui?

“Ne ho abbastanza! Io e la mia casa non siamo un albergo gratuito. Non vi devo niente (anche se siete parenti). Se volete riposare al mare, siete i benvenuti. Ma rispettate il mio lavoro!”.

Forse non lo vedete come un problema. Significa che non vivete vicino al mare. Ero molto affezionata ai miei parenti, ma per tutta l’estate cercavano sempre di venire da me.

Non ho rifiutato. Ma ogni anno diventavo più rude. L’ultima goccia fu quando i miei parenti presero la mia macchina per una gita in spiaggia e la graffiarono. Dopo di che mi dissero: “Non è niente, perché litighiamo per del ferro?”.

La regola dei 3 giorni. Come ho insegnato ai miei parenti e ospiti a pagare l'affitto?

Ciò che è interessante: molti parenti pensano che siccome vivo al mare, devo fornire loro un programma: “spiaggia-barbecue-vino”. Ecco perché voto per questo detto:

Un buon ospite è un ospite per tre giorni e poi un osso in gola.

Quindi la soluzione a questo problema è molto semplice: “Ti piace vivere qui? Allora paga l’affitto!”.

Naturalmente, è difficile se sono tuoi parenti. La situazione, francamente parlando, non è delle più piacevoli: non si vuole rovinare la relazione, ma non c’è nemmeno il desiderio di ricevere ospiti.

4 modi per rifiutare educatamente gli ospiti senza essere scortese

  1. Parlare di non avere un posto dove dormire. Dite ai vostri ospiti che avete un divano e basta. Non ci sono altri posti per dormire;
  2. Dite agli ospiti che qui non ci sarà la colazione. Inventate qualcosa come: “Mia figlia non fa mai colazione, quindi non cucino”;
  3. Parla di come non ti piace cucinare! Questa frase allontanerà immediatamente da voi gli amanti del cibo gratis;
  4. Dite loro che non vi piace la confusione e il rumore. In questo caso i vostri ospiti capiranno immediatamente che la compagnia rumorosa non si riunirà in casa vostra.

La regola dei 3 giorni. Come ho insegnato ai miei parenti e ospiti a pagare l'affitto?

Tutto questo funziona?

Sì, tutto funziona. La mia famiglia e i miei amici stanno finalmente iniziando a rispettare il mio lavoro, la mia età e i miei hobby. Hanno iniziato a pagare il loro soggiorno estivo a casa mia (perché è banalmente più redditizio che affittare un hotel).

Sono felice di questo afflusso di ospiti? Sia sì che no. Da un lato è in qualche modo ingiusto prendere soldi da parenti stretti, dall’altro lato, ho ottenuto questa casa con molto lavoro e perdita di salute. Quindi (miei cari) aprite i vostri portafogli e pagatemi quello che dico.

Niente in questo mondo è gratis. Quindi, se volete nuove emozioni, pagate!


No more posts
No more posts