Alta emotività. È un bene o un male?

Alta emotività. È un bene o un male?

Avete mai pianto senza una ragione particolare? O, al contrario, ridere quasi istericamente? Perdi facilmente la calma? Qualsiasi conversazione a toni alti sei pronto a trasformare in uno scandalo rompendo piatti e qualsiasi altro oggetto che ti capiti a tiro? Hai dimenticato come parlare dolcemente? In questo caso, sei un “felice” possessore di un’alta emotività, che può portare almeno al mal di testa permanente. E al massimo – a un esaurimento nervoso.

Le emozioni ci aiutano ad esprimere i nostri sentimenti, ma a volte il loro potere è così potente che comincia a sfuggire al controllo. Sono le donne che vengono più spesso incolpate di tali mancanze. La capacità di preoccuparsi di tutto, di essere nervose, di “fare un gran casino per niente”, di arrivare a uno stato stabile per molto tempo. Questo include anche la costante loquacità, le paure, un’insicurezza globale. Naturalmente, anche gli uomini a volte soffrono di contraddizioni insolubili, ma gli psicologi dicono che tali stati sono caratteristici delle donne molto più spesso.

Naturalmente abbiamo bisogno di emozioni. Non possiamo vivere senza di esse. Senza di esse, tutta la nostra vita diventerebbe monotona e squallida. Ma tutto è buono con moderazione. Allora, come determinare questa misura? Come determinare quando l’emozione è normale e quando è troppo alta? E cosa fare con l’alta emotività? Leggete qui sotto nel nostro nuovo articolo.

Quando l’alta emotività è utile

Non sarebbe del tutto appropriato usare la parola specifica “utile”, perché, dopo tutto, una delicata organizzazione mentale, il rischio di cadere in un abisso di tristezza incontrollabile o, al contrario, gioia, la nostra salute non promette bene. Tuttavia, convenite che se siete un rappresentante della professione creativa, è quasi impossibile vivere tutta la vita come un tale blocco di ghiaccio.

Alta emotività. È un bene o un male?

Non è interessante guardare un attore che non può esprimere tutta la forza dei sentimenti del suo personaggio. I quadri di artisti privi di colorazione emotiva sono noiosi e non attirano l’attenzione. Uno sceneggiatore non scriverà mai un testo brillante se non prova nulla.

E non dimenticate che spesso le persone emotive approfittano pienamente delle loro stesse mancanze. Ti sei mai chiesto quanto sia facile manipolare le persone attraverso le emozioni? Tuo marito odia quando piangi? Si perde, soffre, viene messo all’angolo? Allora perché non ottenere tutto ciò che vuole attraverso le lacrime?

Un’altra proprietà dell’emotività, che può essere trasformata in un vantaggio, anche se già per la società: le persone con un’emotività accentuata sono spesso prevedibili nelle loro azioni. Perciò è più facile comunicare con loro che con persone a sangue freddo le cui reazioni e azioni sono difficili da prevedere.

Gli effetti collaterali di una maggiore emotività

Bisogna ricordare che le emozioni minano la nostra psiche, sia i lati positivi che quelli negativi. Le emozioni negative possono fare danni concreti non solo al nostro sistema nervoso, ma anche al corpo nel suo insieme. Il fatto è che i sentimenti spiacevoli tendono ad accumularsi più velocemente di quelli piacevoli. Questo è il modo in cui il nostro corpo è costruito. Quando si sovrappongono, avvelenano la tua vita e, tra l’altro, la rendono insopportabile in primo luogo per noi stessi, non solo per chi ci circonda e deve tollerare i tuoi isterismi permanenti.

Alta emotività. È un bene o un male?

La dipendenza dalle vostre emozioni implica la mancanza di responsabilità di una persona per le sue azioni e le parole pronunciate in uno scatto d’ira, e dovrete ristabilire l’equilibrio e la pace, tra l’altro. L’impulsività impedisce di fare cose in cui la razionalità e il razionale giocano un ruolo importante.

Naturalmente, una misura è necessaria in tutto, l’incapacità di controllare le proprie emozioni, non solo vi priva della capacità di valutare obiettivamente la realtà, ma può anche essere l’innesco per lo sviluppo di un bouquet di problemi correlati (depressione, apatia, malattie psicosomatiche ecc).

Quindi cosa possiamo fare per far sì che le nostre emozioni, la nostra alta emotività, non danneggi la nostra salute mentale?

Imparare a controllarsi

Sì, è l’unico modo sicuro per affrontare le tue emozioni. Naturalmente, puoi cercare di rassicurarti ogni volta dicendoti “tutto va bene” o “tutto andrà bene”, ingoiare pacchetti di sedativi, visualizzare sogni, sorridere, irradiare “luce e amore”, o anche cercare l’aiuto di uno psicoterapeuta. Tuttavia, solo un attento lavoro su se stessi può portare ai risultati attesi.

Per quanto strano possa sembrare, il più delle volte il problema dell’eccessiva emotività è un’ordinaria insicurezza. L’eccessivo sfoggio di emozioni può essere il risultato di una bassa autostima, un desiderio di attirare l’attenzione su di sé almeno attraverso le risate, il pianto, il parlare ad alta voce…

Ecco perché dovresti iniziare a lavorare su te stesso aumentando la tua autostima. Lodati quotidianamente per tutte quelle piccole cose che fai, e vedrai quanto velocemente la tua autostima comincerà a salire. Sviluppa l’autostima e l’umorismo – ridi di te stesso, delle tue mancanze e di quanto sembri sciocco e divertente dall’esterno quando esci da te stesso.

È importante capire da soli come un crollo emotivo si manifesta esattamente in voi. Una persona esplode in aggressività, un’altra inizia improvvisamente a piangere, una terza perde il potere della parola. A seconda di questo, devi costruire la tua “linea di difesa” per proteggere te stesso e chi ti circonda.

Alta emotività. È un bene o un male?

Quindi, ogni volta che sentite che le vostre emozioni cominciano a sfuggire al controllo, cercate di fare attenzione che le conseguenze di uno sfogo emotivo non si ripercuotano sulla vostra carriera, non rovinino i vostri discorsi in pubblico, non rovinino le relazioni personali, non vi mettano in vergogna o in imbarazzo di fronte ai testimoni della vostra debolezza.

È anche necessario padroneggiare la tecnica di respirazione più semplice, ma allo stesso tempo molto efficace, che aiuta a tornare rapidamente ad uno stato di equilibrio spirituale:

  1. Se sentite che le emozioni vi stanno sopraffacendo, fermatevi, prendete la posizione più comoda per voi;
  2. Fai un respiro profondo e lascia lentamente uscire di nuovo l’aria;
  3. Quando il tuo respiro torna normale, analizza cosa ti ha portato fuori dal tuo solito stato;
  4. Pensaci, vale la tua attenzione? Sarete presto sorpresi di quanto velocemente tutto sia tornato a posto, e di come la vostra rabbia gratuita o il vostro dolore siano scomparsi.

L’autocontrollo costante, la fiducia e i pensieri chiari sono la chiave per far sì che le emozioni non vi travolgano inaspettatamente e la vostra emotività andrà bene.


No more posts
No more posts