I principali motivi che distruggono la nostra autostima

I principali motivi che distruggono la nostra autostima

La fiducia è ciò che ci attrae verso le altre persone. Le guardiamo, le ammiriamo e vogliamo essere sicuri di noi stessi come loro. Ma non sempre funziona.

Come coach, lavoro con molte donne, aiutandole a trovare il loro vero sé e il loro posto nella vita. Sono tutte completamente diverse, ma quasi tutte molto spesso hanno la stessa convinzione: Valutano il loro potenziale in termini di come gli altri li guardano!

La loro opinione di se stessi è fatta dai giudizi degli altri su di loro! Ma non potete essere sicuri di voi stessi, perché allora la vostra autostima dipenderebbe interamente da ciò che gli altri hanno da dire.

La fiducia in se stessi dovrebbe essere basata sul mondo interno, non su quello esterno.

Anch’io ero così, finché non ho capito che la fiducia deve basarsi solo su fattori interni, non su quelli esterni. È sempre necessario cercare il sostegno dentro di sé!

Spesso distruggiamo la nostra autostima quando facciamo le seguenti cose.

1. Paragonare noi stessi agli altri

Anche da bambini siamo costretti a competere con “il figlio dell’amica di mamma”, quando si citano i risultati di un altro bambino e si svalutano i nostri.

I genitori di solito lo fanno con buone intenzioni per farci sforzare di essere migliori, ma queste cose portano solo a una diminuzione dell’autostima e della fiducia in se stessi.

Qual è la cosa giusta da fare? Dovresti confrontarti solo con i tuoi successi passati e cercare di diventare migliore della tua versione precedente!

2. Non lasciare andare i nostri fallimenti passati

A volte le amare sconfitte del passato sono così forti che ci impediscono di raggiungere nuovi obiettivi. Riproduciamo queste situazioni più e più volte e non riusciamo a lasciarle andare.

È importante capire che i fallimenti sono normali. Sono come trampolini di lancio che portano al successo. Non dovete solo stare in piedi su di loro – dovete scavalcarli! Concentrati sul tuo obiettivo e non lasciare che le battute d’arresto ti distraggano da esso.

3. Paura di essere condannati

Una delle nostre più grandi paure è la paura della condanna. Questo “cosa dirà la gente?” è a volte più vincolante di qualsiasi catene. Ma in realtà, sta a noi decidere se diamo o meno grande importanza alle opinioni degli altri. E se è così, perché concentrarsi sulle chiacchiere degli altri quando possiamo spostare l’attenzione sui nostri sogni?

4. Confusione e non sapere cosa fare dopo che il nostro sogno si è realizzato

Una situazione molto comune è quando una donna con cui stiamo lavorando per realizzare il suo desiderio non ha idea di come sarà la sua vita dopo aver raggiunto il suo obiettivo. È come se il dopo vita non esistesse affatto!

Il nostro cervello è così costruito che non ama l’ignoto – perché significa la fine di tutto, cioè praticamente la “morte”. E bloccherà una tale situazione – comincerà ad impedire il movimento verso questa meta. È sempre necessario immaginare chiaramente come si vivrà dopo la realizzazione del proprio sogno!

5. Preso dal pensiero negativo

Numerosi studi hanno già dimostrato molte volte che solo le persone “cariche di successo” hanno successo. Si tratta di persone con una visione ottimistica della vita nonostante le circostanze.

Al contrario, se si inizia a cercare scuse, a dispiacersi per se stessi, si diventa ostaggio del pensiero negativo, che non fa altro che ostacolarci. Tutte queste convinzioni limitanti, dubbi, paure e altri atteggiamenti negativi ci trascinano verso il basso, impedendoci di vedere le molte opportunità che la vita ci offre.

Ricorda: Da che parte pensiamo, così gira la nostra vita.

Ecco perché è importante credere in se stessi. Anche se non ci sono risultati. Anche se niente sta andando come previsto.

Prendi il controllo dei tuoi pensieri e concentrati su quelli che ti danno il potere di muoverti verso l’alto, e non ti tolgono energia e fiducia! Cambiando il modo in cui pensiamo, cambiamo la realtà intorno a noi!


No more posts
No more posts